PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 11 Ottobre 2010 11:42

 

 

 

Coca Frigerio & Alberto Cerchi presentano :

 

Il Teatro delle Fiabe ed. Corsare

Monumenti in Gioco ed. Artebambini

 

il giorno 24 gennaio 2012 presso la Biblioteca internazionale per ragazzi

Edmondo De Amicis” sala Luzzati ore 17,30

 

 

Spazio laboratorio- spazio gioco:

Sarà possibile iscriversi gratuitamente ai laboratori dimostrativi

con “istruzioni per l'uso” tenuti dagli autori prenotando ai numeri della biblioteca

dopo il 10 gennaio 2012

 

 

il Teatro delle Fiabe martedì 7 febbraio ore 16,30

come costruire un libro/teatro

per insegnanti di scuola dell'infanzia

scuola elementare, operatori, animatori, adulti interessati

 

 

martedì 14 febbraio ore 16,30 Monumenti in Gioco

dalla grafica in fotocopia alla terza dimensione

per insegnanti di scuola elementare e media

operatori, animatori, adulti interessati

 

 

 

COMUNE DI GENOVA – Area Sviluppo della Città e Cultura - Direzione Valorizzazione Istituzioni, Patrimonio Culturale, Parchi e Ville, Rapporti Università , Ricerca - Settore Biblioteche

Biblioteca Internazionale per ragazzi “Edmondo De Amicis”

Magazzini del Cotone, 2° p. 16128 Genova

Tel. 010252237 – 010265237 Fax 010252568

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.comune.genova.it

 

 

 

 

 

SCHEGGE DI GENOVA

viaggio nella città antica attraverso scorci veri, verosimili, possibili e inventati

mostra di Coca Frigerio & Alberto Cerchi

19 Dicembre-15 Gennaio 2012 NH Hotel Marina Molo Ponte Calvi 5, Genova

Il percorso rappresenta una sintesi visiva degli ultimi anni sulla città di Genova, nella quale i due artisti vivono e lavorano insieme, sono immagini nate da fotografie, ma anche da disegni e collage, interni ed esterni di palazzi, portoni e portali, tetti, abbaini, facciate lussuose e decrepite, strade strette, panni stesi, vetrate, scale, mascheroni, statue....E' anche un viaggio dalla grafica alla terza dimensione, dai collage bidimensionali agli oblò che suggeriscono uno spazio oltre il muro, velato omaggio al maestro Costantini, ai teatrini da parete con i loro piani di profondità illusoria, finestre da appendere, trompe l'oeil portatili, microscenografie da viaggio...C'è una prevalenza di bianco e nero, ma si aprono anche squarci di colore, proprio come i panni stesi si stagliano tra un vicolo e l'altro, il materiale di partenza è quasi sempre la fotografia, poi manipolata, fotocopiata, tagliata, spezzata, ricomposta secondo reticoli geometrici o sovrapposizioni più morbide e materiche, con grande utilizzo del collage e dell'intervento grafico/segnico e con velature di colore a guache. Spesso i lavori nascono singoli per poi diventare a quattro mani, altri sono elaborazioni personali, possono essere anche prototipi in scala di realizzazioni più grandi, o con soggetti diversi, o su superfici differenti, come la plastica,il plexiglass, la tela...

MONUMENTI IN GIOCO

Nell'ambito dei 150 anni della nostra Repubblica, abbiamo concordato con l'editore Mauro Speraggi di Artegioco, un gioco di individuazione di monumenti diversi per ogni capoluogo di regione. L'Italia è un paese così ricco di storia e di segnali importanti di cultura di tutte le epoche da costituire un esempio unico nel suo genere. Le difficoltà che abbiamo incontrato sono state quelle di dover scegliere solo alcuni dei mille monumenti che ricordiamo essere tra i più conosciuti in Italia. In un ipotetico viaggio tra le località di più forte richiamo abbiamo pensato di partire da Genova con il vessillo di San Giorgio e percorrere isole e penisola dalla preistoria dei nuraghi ai bronzi di Riace, dai templi della Sicilia Greca al Colosseo della Roma imperiale, da Castel dell'Ovo ai borghi medioevali e via via per far assurgere a simbolo di ogni di ogni regione un monumento. Naturalmente pensando ai ragazzi a cui è dedicata la ricerca abbiamo unito la segnalazione delle architetture in un gioco di relazione con personaggi fiabeschi e non degli stessi luoghi. Così per soddisfare la curiosità della ricerca operativa di chi guarda, una sezione della mostra è formata dalle illustrazioni realizzate con carta stampata e manipolata a rilievo, per una ventina di esempi, tanti quante sono le regioni d'Italia. I più piccoli riconosceranno Cappuccetto Rosso nella scena della basilica di Assisi o Pinocchio al camposanto di Pisa e si chiederanno perchè. Sarà compito degli adulti, insegnanti o genitori di arricchire con le immagini del libro il contesto storico o geografico Storie e accadimenti, curiosità e leggende aggiuntive serviranno a memorizzare architetture e luoghi



 

 

 

 

Caccia fantastica.

Giochi da favola con Gianni Rodari

 

Un’esposizione gioco interattiva realizzata dal Museo in erba di Bellinzona (Loredana Bianchi e Alexandra Crivelli) in collaborazione con Mauro Caldera (progettista creativo) e l’Istituto scolastico della città di Bellinzona.


Sei illustratori (Nicoletta Costa, Febe Sillani, Emanuele Luzzati, Coca Frigerio, Alberto Cerchi e Valentina Biletta), una sezione della scuola dell’infanzia e una delle scuole elementari di Bellinzona, rivisitano con tecniche diverse alcune favole di Rodari. Le sequenze grafiche cercheranno di comunicare i passi salienti del racconto, così che i piccoli visitatori potranno tuffarsi nel mondo della fantasia delle Favole al telefono. Il testo della favola li coinvolgerà prima in giochi di narrazione e in una “Caccia fantastica” d’indizi che, alla fine, li porterà a inventare una nuova “storia con le storie”.

Non è tutto: una serie di officine creative improntate sulla grammatica visiva (punto, linea, colore, forma e superficie) propongono un vero e proprio percorso del fare in cui ogni bambino realizza il suo quadernetto della fantasia.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; www.museoinerba.com

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Gennaio 2012 14:18
 
Design by Next Level Design Lizenztyp CC